reiboot

Non è un segreto per noi che Apple abbia svolto un ruolo importante nel ridurre le dimensioni delle schede SIM dalla dimensione standard alla dimensione più piccola "nano". Con l'annuncio di iPhone XS e XS Max, Apple ha annunciato che questi dispositivi contengono due schede SIM, una effettiva e la seconda virtuale, chiamata eSIM. Cosa si intende per questa tecnologia? E perché Apple offre due schede SIM solo in Cina e non in altri paesi del mondo? Apple intende davvero cancellare la scheda SIM fisica e limitarsi all'eSIM predefinita nel prossimo futuro? Tutte queste e altre domande troveranno risposta in questo articolo. Seguici.


È noto che la tecnologia eSIM oggi non è una novità e non è stata Apple a introdurla per prima. Google lo ha introdotto nel suo Pixel 2 e Samsung lo ha introdotto nel suo orologio Gear S2 3G. Apple l'ha introdotta due anni fa nell'iPad Pro da 9.7 pollici, ma questa tecnologia non si è diffusa ampiamente fino a dopo che Apple l'ha introdotta nel suo Apple Watch Series 3.

Tecnologia ESIM

L'eSIM, Embedded-SIM o il chip integrato, noto anche come scheda a circuito integrato globale "eUICC" abbreviazione di "Embedded Universal Integrated Circuit Card" è un chip digitale chiamato anche eSIM IC o un circuito elettronico integrato, realizzato di silicone all'interno dei componenti interni del telefono. Sostituibili o rimovibili solo da tecnici professionisti, in quanto saldati direttamente alla scheda madre come parte del processo di fabbricazione.


Una eSIM digitale o virtuale consente la connettività cellulare senza la necessità di utilizzare una scheda SIM fisica che richiede un vassoio per schede, una docking station, circuiti elettronici speciali "IC" per operare e gestire le proprie operazioni e altri condensatori, resistori e transistor che occupano spazio nella scheda madre, tutto ciò viene sostituito con un circuito molto piccolo chiamato eSIM, è facile da programmare dalle società di comunicazione e facile da gestire dagli utenti, in modo che le società di telecomunicazioni interessate ricevano il numero di serie, o l'identificativo del chip, da programmare in modo semplice e veloce da remoto per poi iniziare ad utilizzare la rete.

Gli utenti possono spostarsi tra più di una rete mobile con facilità senza essere limitati al segmento di un'azienda specifica e ricorrere al passaggio costante tra le diapositive.

La eSIM è vista come la tecnologia del futuro, e la SIM fisica sarà in alcun modo eliminata per sostituirla con quella predefinita, visto che è di facile utilizzo. Uno dei suoi vantaggi è che è facile spostarsi su un'altra rete locale in un altro paese.

Questa tecnologia si rivolge a una vasta gamma di dispositivi elettronici come dispositivi indossabili, tablet e telefoni cellulari, con l'obiettivo di fornire una migliore esperienza di comunicazione cellulare.

Vale la pena notare che l'Associazione internazionale delle reti di telefonia mobile, simboleggiata dall'acronimo "GSMA", nel 2010 ha discusso la questione della sostituzione della scheda SIM con un sistema integrato nei dispositivi, in modo che possa essere controllata e le reti mobili attraverso programmi e non cambiando di tanto in tanto le carte SIM. Mentre Motorola ha indicato che il sistema "eUICC" o eSIM è diretto a dispositivi industriali, ad esempio: sono collocati nelle auto per il servizio di chiamata di emergenza.

Apple non ha accettato alcuna dichiarazione che vieti l'uso della tecnologia UICC o eSIM in qualsiasi prodotto di consumo. Nel 2012 la Commissione Europea ha adottato questa tecnologia per il servizio di chiamata di emergenza in auto, noto come eCall. E Apple ha anche integrato questa tecnologia nella Apple Watch Series 3. Si presumeva che questa tecnologia fosse integrata in tutte le nuove auto nell'Unione Europea quest'anno 2018 per contattare l'emergenza immediatamente dopo un incidente. E molti paesi stanno ora cercando di adottare ampiamente questa tecnologia.


Perché Apple sta adottando le eSIM digitali ora?

Ed ecco Apple che espande l'uso di quel chip virtuale e lo stabilisce nei nuovi dispositivi iPhone XS. Si presume che altre società di telefonia mobile seguiranno l'esempio di Apple e introdurranno nei suoi nuovi telefoni questo chip virtuale, e la sua ora sarà che le società di comunicazione acconsentano e sosterranno questa tecnologia, in modo che i dispositivi Apple siano pronti e pronti per quell'evento, e non devi comprare un nuovo iPhone che supporti questa nuova tecnologia, e il suo tempo è Con te l'iPhone per un anno, due o anche tre anni, hai la certezza che il tuo telefono supporta la tecnologia che emergerà dopo un periodo di tempo per un pò di tempo.

Purtroppo, solo dieci paesi attualmente supportano la tecnologia eSIM: Austria, Canada, Croazia, Repubblica Ceca, Germania, Ungheria, India, Spagna, Regno Unito e Stati Uniti. Per quanto riguarda le società di comunicazione che supportano quel chip, come ha detto Apple, sono: Verizon, T-Mobile, AT&T, Bell, EE, Vodafone, Airtel, Deutsche Telekom, Truphone, GigSky e Ji, e sicuramente il resto delle società lo farà supportare questa tecnologia nel prossimo futuro.


Perché la Cina ottiene iPhone dual-SIM senza il resto del mondo?

Sebbene le principali aziende cinesi supportino questa tecnologia, come China Telecom e China Mobile, e supportino due città tranne Pechino, i dispositivi iPhone conterranno due schede SIM, quindi puoi passare da una all'altra come preferisci, come molti telefoni Android. Ciò è dovuto a motivi:

◉ L'importanza del mercato cinese, è raro che Apple alloca i suoi prodotti in determinati mercati. Perché la standardizzazione del design rende il processo produttivo efficiente e veloce. La Cina è il più grande mercato per Apple dopo gli Stati Uniti, oltre ad essere la principale base di produzione di iPhone e iPad nel mondo. Di conseguenza, Apple deve fare sacrifici per accedere al più grande mercato di smartphone e Internet del mondo. Dove Apple ha ottenuto 45 miliardi di dollari di entrate dalla Cina nel suo anno fiscale 2017, pari al 20% delle vendite annuali totali.

◉ Competere con aziende forti che hanno un peso nel mercato cinese, come Huawei e Xiaomi, che sono soggette alle tendenze nazionali cinesi e forniscono più servizi.

◉ James Yan, analista di Counterpoint Research, ha affermato: “L'utilizzo di una eSIM consentirebbe ai clienti di cambiare gestore più facilmente, una situazione che la maggior parte dei vettori cinesi non desidera. Le trattative tra Apple e quelle società non sono ancora terminate, rendendo le due tranche effettive un'opzione migliore.

Apple dovrebbe arrendersi ai dettami critici della censura del mercato cinese. L'anno scorso, ad esempio, il Wall Street Journal ha riferito che le società di telecomunicazioni cinesi avevano disattivato la connettività cellulare sull'orologio di terza generazione di Apple perché supporta la tecnologia eSIM e gli analisti hanno affermato che ciò rende difficile per le società di telecomunicazioni rintracciare l'identità dell'utente del dispositivo .

E Apple ha fatto concessioni per rispettare la legge cinese, nel 2016 Apple ha chiuso l'iBooks store e iTunes Movies. L'anno scorso, Apple ha rimosso centinaia di app dall'app store cinese, in particolare app VPN che consentono alle persone di nascondere la propria posizione e aggirare gli sforzi ufficiali per bloccare determinati siti Web.

◉ Apple non ha risposto con una dichiarazione ufficiale sul motivo dell'esistenza di iPhone contenenti due slot SIM reali nella sola Cina.

Ovviamente sarà possibile utilizzare entrambi i tipi di iPhone nel mondo arabo.

Cosa ne pensate della tecnologia eSIM? Sostituirà l'attuale SIM? Fateci sapere nei commenti.

Risorse:

il limite / DigitalTrends / wikipedia / st / TechRadar

Articoli correlati