reiboot

Ci sono cose a cui non ci concentriamo molto come utenti e diamo per scontato che non abbiamo bisogno di pensarci molto, e tra queste cose c'è il metodo di chiusura delle applicazioni aperte, che di solito ruota attorno al sollevamento di queste applicazioni per chiuderli, proprio così, ma Apple ha un'altra opinione su questo argomento, in breve, chiudere le app tirandole su danneggia la durata della batteria nel lungo periodo!


Non tirare le applicazioni per chiuderle per risparmiare la batteria dell'iPhone

Ogni giorno, mentre usi il tuo iPhone, continui ad aprire applicazioni e giochi e ti sposti da un'applicazione all'altra, il che si traduce in un gran numero di applicazioni aperte in background, il che fa pensare all'utente direttamente che queste applicazioni consumano molto risorse del telefono e alimentazione della batteria, naturalmente, questo porta ad essere chiuso.

Questa è una vecchia credenza ed è dai tempi dei primi telefoni, o telefoni Android 😊 

Apple ha dichiarato ufficialmente che questi comportamenti sono sbagliati e ha anche chiarito che non è necessario chiudere alcuna applicazione aperta a meno che l'applicazione non funzioni in modo improprio e qui è necessario chiuderla e quindi riaprirla, e come ha spiegato Apple, le applicazioni che sono aperti in background che ti sembrano in realtà no Funziona alla sua piena potenza, a malapena funziona, è solo in modalità standby, il che lo aiuta a funzionare senza intoppi e rapidamente quando ci si dirige di nuovo invece di ricominciare il download dall'inizio dopo averlo chiuso.


Questa dichiarazione di Apple ci chiarisce direttamente che chiudere le applicazioni aperte non significa necessariamente un aumento della durata della batteria o dell'efficienza del lavoro del sistema. Al contrario, queste applicazioni sono "congelate" e non consumano alcuna risorsa se non quando si ritorna ad esse di nuovo, ma non c'è dubbio che consumano pochissime risorse per rimanere in questa modalità standby, il che non causa alcun danno alle prestazioni complessive del dispositivo.

In base a quanto affermato da Apple nella sua dichiarazione insieme alle analisi di uno specialista, John Gruber, la quantità di energia e risorse che il telefono consuma per rendere pronta per l'uso l'applicazione già aperta nell'elenco delle App recenti è molto inferiore a quella che il il telefono deve riaprire l'applicazione da zero, e qui concludiamo che l'azione La cosa giusta è lasciare l'app aperta in background senza problemi, soprattutto se sai che la utilizzerai di nuovo per tutta la giornata.

Per renderlo sempliceNel caso in cui hai aperto l'applicazione Instagram e l'hai utilizzata per un quarto d'ora, e poi hai deciso di passare a Twitter, qui non c'è bisogno di chiudere completamente Instagram, quindi lascialo così com'è, perché quando finisci utilizzando Twitter e tornando a Instagram, il telefono utilizzerà poca potenza di elaborazione e potenza per riattivare l'applicazione, ma nel caso in cui lo si spenga completamente e lo si riapra da zero, ciò richiederà il doppio dell'energia e azioni come queste mostrano i loro effetti sulla durata della batteria per un lungo periodo - anni, ad esempio - e sulla quantità di consumo della batteria nell'arco della giornata.


Chiudere le applicazioni "per forza" non aiuta come abbiamo concluso insieme, ma secondo le dichiarazioni di Apple e le informazioni condivise dal suddetto specialista, danneggia anche il tuo telefono! Questo è semplicemente come accennato in precedenza perché la batteria si consuma durante il giorno e la sua percentuale diminuisce rapidamente, mentre la batteria ne risente anche a lungo termine.

Forse ti starai chiedendo, come vengono bloccate le applicazioni in background, ma quando vai su una di esse, scopri che iniziano a funzionare in meno di un secondo! Questo di per sé fa pensare che l'applicazione non sia stata congelata in primo luogo, ma qui sta la forza del sistema iOS nell'affrontare questa parte, è qui che queste applicazioni sono già congelate e non consumano nessuna delle risorse del dispositivo ma un diagramma che li tiene in vita davanti a te nel caso in cui non li usi.

È stato riferito che ciò che ha detto Apple è stato discusso in precedenza nel nostro precedente articolo -questo link- che risale al 2012. E immagina che dal 2012 al 2020 persistano ancora idee sbagliate sul multitasking.

Cosa ne pensi? Le dichiarazioni di Apple e le informazioni di cui abbiamo discusso influenzeranno il tuo utilizzo del tuo iPhone? Condividi con noi ora nei commenti!

Fonte:

RAGAZZO

Articoli correlati