reiboot

Tre anni fa, Apple ha cercato di consentire agli utenti di utilizzare Siri per effettuare acquisti per app e servizi, in modo simile a come gli utenti potevano utilizzare Alexa di Amazon per effettuare ordini online, ma gli ingegneri hanno scartato l'idea per problemi di privacy, secondo un nuovo rapporto di The Information. .

Apple non consente agli utenti di utilizzare Siri per effettuare acquisti a causa di problemi di privacy


Il rapporto evidenzia la misura in cui gli ingegneri di Apple hanno un accesso limitato al modo in cui gli utenti utilizzano i servizi Apple, come Apple TV+ e Apple Maps. Le rigide misure sulla privacy di Apple rendono difficile per gli ingegneri l'accesso diretto ai dati degli utenti, causando preoccupazione per il fatto che la rigida politica sulla privacy dell'azienda stia soffocando i servizi di Apple e rendendo difficile la concorrenza con Google e altri.

Il punto degno di nota del rapporto, le informazioni rivelano che nel 2019 Apple ha esplorato la possibilità di consentire agli utenti di utilizzare Siri per effettuare acquisti, ma poi il team responsabile ha dovuto interrompere l'idea a causa di problemi di privacy in primo luogo, il rapporto disse:

Alcune delle funzionalità proposte da Apple non vedono mai la luce a causa delle restrizioni sulla privacy. Nel 2019, i dipendenti hanno scoperto se un cliente poteva utilizzare Siri per acquistare app e altri servizi online utilizzando la propria voce, in modo simile al modo in cui i clienti Amazon acquistano prodotti con Alexa. Secondo una persona a conoscenza diretta del progetto, il lavoro è stato interrotto in parte a causa di rigide regole sulla privacy che impedivano a Siri di associare l'ID Apple di qualcuno alla sua richiesta vocale. Quella persona ha affermato che il team di prodotti multimediali di Apple dietro il progetto non è riuscito a trovare un modo alternativo per autenticare in modo affidabile gli utenti al fine di fatturarli.


Questa non è la prima volta che la politica sulla privacy di Apple ha limitato ciò che i suoi ingegneri possono fare, secondo il rapporto. Gli ingegneri e il personale che lavorano presso Siri, l'App Store e persino la Apple Card devono spesso "trovare modi difficili o costosi per compensare la mancanza di accesso ai dati".

Uno di questi approcci innovativi che gli ingegneri Apple hanno escogitato è la privacy differenziale, che è stata dimostrata per la prima volta da Craig Federigi al WWDC 2016. In una panoramica tecnica del rapporto, Apple descrive la sua implementazione della privacy differenziale come la possibilità di "conoscere l'utente comunità.” senza identificare gli individui. La privacy differenziale modifica le informazioni condivise con Apple prima che lascino il dispositivo di un utente in modo che Apple non possa mai riprodurre i dati reali".

Anche con la privacy differenziale e il tentativo di Apple di raccogliere quanti più dati possibile degli utenti senza renderli riconducibili a utenti specifici, gli ingegneri rimangono preoccupati e si sentono limitati in ciò che possono e non possono fare, secondo il rapporto:

Nonostante questi sforzi, gli ex dipendenti Apple hanno affermato che la privacy differenziale e altri tentativi di aggirare le limitazioni dei dati dei clienti hanno avuto risultati limitati o contrastanti e che potrebbe essere difficile per i nuovi dipendenti adattarsi alla forte cultura della privacy di Apple, che proviene direttamente dal CEO Tim Cook e altri alti vice. Gli sforzi di Apple per ridurre la quantità di dati dei clienti che raccoglie si basano sulla preoccupazione che i dipendenti possano cercare di guardare le informazioni per motivi inappropriati, un tipo di abuso noto che si è verificato presso Google e Uber o che gli hacker possano compromettere i dati.

Il rapporto evidenzia anche problemi di privacy durante lo sviluppo dell'Apple Watch: secondo le persone che hanno lavorato al progetto menzionato nel rapporto, hanno riscontrato funzionalità come Alza per parlare, che consentono agli utenti di parlare con Siri senza dire la parola "Ehi ‌Siri" o "Hey Siri." abusi verbali non appena hanno alzato il polso, che ha suscitato un'opposizione iniziale a causa delle preoccupazioni sulla raccolta dei dati.

Pensi che sia necessario acquistare con Siri? L'utilizzo di tale acquisto costituisce un rischio per la privacy dell'utente? Diteci nei commenti.

Fonte:

macromacro

Articoli correlati