reiboot

Sembra che la privacy degli utenti sia diventata comune e violata continuamente e che le ultime violazioni della privacy siano state nelle applicazioni di videoconferenza e sembra che disattivare o disattivare l'audio potrebbe non funzionare come pensi e non significa che la tua voce funzionerà non essere ascoltato da nessuno, è esattamente l'opposto dove funziona il microfono e può ascoltare quello che hai da dire con l'app stessa.


Muto non è quello che pensi

La maggior parte di noi usa il pulsante Muto per disattivare l'audio circostante mentre effettua videochiamate con altri, ma sembra che tutto ciò che riteniamo sia corretto, poiché un nuovo studio ha indicato che premendo il pulsante muto nelle applicazioni di videoconferenza popolari come Zoom, Google Mate , Slack, Skype e altri potrebbero non funzionare in Reality è come pensi e queste app continuano ad ascoltare ciò che hai da dire in flagrante violazione della privacy.

Secondo lo studio, io e gli utenti crediamo innanzitutto che il pulsante Mute quando attivato interrompe l'audio in modo permanente, ma premendo Mute non si disattiva l'audio né si impedisce la trasmissione dell'audio ai server delle applicazioni. Cioè, l'applicazione continua a catturare la tua voce e la trasmette ai server, ma non la invia all'altra parte.


Come funziona il sistema muto?

Dobbiamo capire come funziona il sistema muto o muto in modo da essere consapevoli di tutto.All'inizio, affinché le applicazioni di videoconferenza funzionino, è necessario ottenere i permessi per accedere al microfono ma allo stesso tempo possono ascoltare quello che dici quando il pulsante Mute è attivo e il motivo non è noto e potrebbe farlo al fine di raccogliere dati, migliorare il servizio e notificare all'utente che l'audio è disattivato.


Risultati

I ricercatori dell'Università del Wisconsin-Madison e della Loyola University di Chicago hanno condotto un'analisi binaria completa del tempo di attività di un determinato numero di app per videochiamate per determinare il tipo di dati raccolti da ciascuna app e se tali dati rappresentano un rischio per la privacy.

Le app testate nello studio erano Zoom, Slack, Skype, Google Mate, Discord, Cisco, WebEx, Blue Jeans, Werbie, GoGoMeeting e JitsiMate. Fare clic sul pulsante "Muto".

I ricercatori hanno scoperto che se il pulsante muto è attivato, tutte le app raccolgono dati audio di tanto in tanto, ad eccezione delle persone che utilizzano il servizio tramite un browser Web. In tutti i casi, le app campionano l'audio in modo intermittente per motivi vari o poco chiari.

Per quanto riguarda la famosa applicazione di videochiamata Zoom, la più utilizzata al mondo, si è riscontrato che ascolta ciò che dice l'utente anche quando il pulsante mute è attivato, ma il peggio è stato il programma Cisco WebEx, che continuava a trasmettere suona dal microfono dell'utente ai suoi server nonostante l'attivazione del pulsante mute, nello stesso modo in cui funziona quando il pulsante mute non è attivato.


Seri problemi di sicurezza?

Anche se accettiamo che queste app raccolgano dati audio casuali limitati quando l'audio è disattivato, i ricercatori osservano che questi dati possono essere utilizzati per decodificare ciò che l'utente sta facendo l'82% delle volte tramite un semplice algoritmo di apprendimento automatico.

Anche se le applicazioni di videoconferenza proteggono i loro server, crittografano le trasmissioni di dati e si impegnano a proteggere quei dati audio, qualsiasi attacco esterno potrebbe far trapelare quei file audio e solo noi saremmo la vittima.

Inoltre, tieni presente che le applicazioni di videochiamata non sono limitate a noi, ma sono utilizzate da personalità importanti come dirigenti di aziende, politici e dipendenti di posizioni sensibili nel paese, quindi se questi dati vengono divulgati, sarà disastroso per tutti .


Come proteggere te stesso e la tua privacy

Ovviamente premiamo il pulsante Accetto su qualsiasi politica senza leggere come questi programmi gestiscono i nostri dati. Tuttavia, ci sono alcuni passaggi che devi intraprendere per proteggere la privacy come:

Non leggere tutto, solo le informazioni sulla Privacy Policy per capire meglio come gestire i tuoi dati e i rischi connessi all'utilizzo di quel servizio.

Se il microfono è collegato al computer tramite cavo USB o jack, è necessario scollegarlo anche dopo aver premuto il pulsante muto.

Puoi utilizzare le impostazioni di controllo audio del tuo sistema operativo per disattivare l'audio del canale di ingresso del microfono in modo da impedire alle app di ricevere alcun suono.

Utilizzi app di videochiamata e cosa farai per proteggere la tua privacy, dicci nei commenti

Fonte:

bleepingcomputer

Articoli correlati