reiboot

lei era Cammello Si affida ai chip di memoria del suo tradizionale rivale, Samsung, nei dispositivi iPhone fino a quando l'azienda americana ha deciso di rompere la partnership, iniziando con l'iPhone 5 per affidarsi a fornitori cinesi come l'azienda di semiconduttori YMTC, e ha continuato fino al tempo presente fino a quando Apple ha deciso di tornare nuovamente ad affidarsi ai chip di memoria del colosso coreano Samsung.


Mela e Samsung

Secondo i rapporti, Apple si rivolgerà a Samsung per ottenere chip di memoria flash NAND da utilizzare nei prossimi dispositivi iPhone (iPhone 15) invece di affidarsi alla società locale YMTC, che è uno dei maggiori produttori di chip di memoria in Cina, e forse che è dovuto alla guerra economica tra America e Cina, in quanto l'amministrazione Biden ha inserito la società cinese nella lista delle società che non dovrebbero essere trattate dalle società americane.


guerra economica

Inizialmente, Apple intendeva acquistare chip di memoria flash NAND tridimensionale a 128 strati dalla società cinese YMTC per l'utilizzo negli iPhone che saranno venduti nel mercato cinese all'inizio di quest'anno 2022, dopodiché verrà acquistato fino al 40%. Dei chip richiesti e utilizzati su tutti i dispositivi iPhone.

Tuttavia, i piani di Apple sono cambiati completamente dopo che il governo degli Stati Uniti ha aggiunto YMTC e altre società cinesi all'elenco delle società di cui non era stata verificata la relazione e l'entità del coinvolgimento con il governo di Pechino, e questo impedisce a qualsiasi azienda americana di condividere qualsiasi progetto, tecnologia, documento o specifiche con le società incluse in tale elenco.

Entro due mesi, e nel caso in cui le società inserite nella lista non fornissero le informazioni necessarie al governo statunitense che nega i suoi rapporti con la Cina, verrà automaticamente aggiunta alla lista nera, di cui è assolutamente vietato trattare in qualsiasi A seguito di queste restrizioni statunitensi, Apple utilizzerà Samsung come fornitore alternativo a partire dal prossimo anno 2023.


Il colosso coreano Samsung

Samsung, che è il principale fornitore di DRAM nei dispositivi iPhone, inizierà il prossimo anno a fornire chip di memoria NAND tramite la sua fabbrica situata a Xi'an, in Cina, che ora contribuisce al 40% delle vendite totali di chip di memoria all'azienda coreana.

A differenza dei suoi concorrenti di altre società di semiconduttori, Samsung non ha ridotto la sua produzione dopo il rallentamento della domanda nel mercato dei chip di memoria flash NAND.

Infine, possono essere rivali, ma sono anche alleati, e non è la prima volta che Apple si affida a Samsung per ottenere componenti per iPhone. L'azienda coreana ha prodotto processori per iPhone, insieme a RAM e schermi nell'iPhone 14 Pro, e persino la sua memoria flash è stata utilizzata nelle versioni precedenti dell'iPhone fino al 2011.

Cosa ne pensi della guerra che l'America sta conducendo contro le aziende cinesi?

Fonte:

macromacro

Articoli correlati