La guerra elettronica tra Stati Uniti e Cina è iniziata!! Questo dopo che Apple ha ricevuto l'ordine di rimuovere WhatsApp e Twitter in Cina. E tutto perché il governo cinese ha trovato contenuti che violano la legge cinese sulla sicurezza informatica. Oltre ad alcune dichiarazioni incendiarie contro il presidente cinese Xi Jinping. Ecco tutti i dettagli nei paragrafi successivi, a Dio piacendo.

Per ordine delle autorità cinesi, Apple rimuove WhatsApp e Twitter dall'App Store in Cina

Su raccomandazione dei censori di Internet in Cina, Apple ha rimosso le applicazioni WhatsApp e Twitter dal suo app store in Cina. Questo è ciò che ha detto alla CNN il portavoce ufficiale di Apple. La dichiarazione era la seguente: “Ci impegniamo a seguire le leggi dei paesi in cui operiamo, anche se abbiamo riserve su alcune cose o non siamo d'accordo con tali leggi.

Vale la pena notare che la Cyberspace Administration of China ha rimosso l'applicazione WhatsApp Words dall'App Store a causa di alcuni problemi di sicurezza. Ma queste app sono ancora disponibili per il download in tutti gli altri negozi in cui compaiono.

In un contesto correlato, Duncan Clark, presidente del consiglio di amministrazione di BDA China, ha affermato che la rimozione da parte di Apple delle applicazioni WhatsApp e Words rappresenta una grande divergenza tra la Cina e il resto dei paesi del mondo. Ha anche aggiunto che questo comportamento potrebbe disturbare molti utenti e aziende in Cina. Queste applicazioni sono molto importanti nella comunicazione tra clienti e aziende. Ha aggiunto che l’uso delle VPN non è pratico a lungo termine. Queste applicazioni dovranno essere aggiornate nel tempo.

Con tutto ciò che sta accadendo, applicazioni come Facebook, Instagram e Messenger funzionano ancora normalmente nell'Apple App Store in Cina. Qui sono intervenuti gli esperti che hanno sottolineato che già dallo scorso agosto erano previsti ordini di rimozione di WhatsApp e Twitter in Cina. È stata emanata una nuova regola che richiede che tutte le richieste vengano registrate presso il governo cinese o vengano rimosse in modo permanente. Vale la pena notare che il termine ultimo per la registrazione scadeva a marzo e all’inizio di aprile il governo cinese ha iniziato ad adottare le misure necessarie.

Aggiungiamo che questa non è la prima volta che il governo cinese decide di rimuovere le applicazioni. In effetti, una situazione simile si è verificata nel 2017, quando il governo cinese ha deciso di rimuovere l’applicazione del New York Times. La giustificazione all'epoca era che la richiesta violava le norme statali locali. Per lo stesso motivo, la Cina ha deciso di rimuovere una serie di applicazioni per il chatbot di intelligenza artificiale ChatGPT.


Apple è in continuo declino nel mercato cinese

Finora, il piano di Apple di rilanciare le vendite in Cina non sta andando nel verso giusto. Sicuramente, la rimozione di applicazioni come WhatsApp e Words in Cina aumenterà il calo delle vendite, o almeno metterà a dura prova il rapporto tra Apple e gli utenti cinesi. I rapporti recenti confermano che Apple ha perso gran parte della sua popolarità in Cina. D'altro canto continua l'ascesa di alcune aziende in Cina come Oppo, OnePlus e Xiaomi.

Ma Apple non è l’azienda che si arrenderà a queste circostanze, poiché il CEO di Apple Tim Cook ha visitato la Cina per aprire a Shanghai la seconda azienda più grande del mondo. Dalla parte dei piani di Apple in Occhiali Vision Pro lanciati in Cina Per rilanciare nuovamente le sue vendite.


Cosa ne pensate della decisione delle autorità cinesi di rimuovere l’applicazione WhatsApp Words in Cina? Pensi che questo influenzerà le vendite di Apple? Diteci nei commenti.

Fonte:

cnn

Articoli correlati